lunedì 8 maggio 2017

sono vivo?

- il vestito per la serata di gala ce l'ho... il costume da bagno ce l'ho... la tenuta casual ce l'ho... quella business casual ce l'ho...
chiusa la valigia, anche quest'anno elena è partita per la convenscion annuale della sua azienda, comodamente organizzata a cavallo del fine settimana.
baci, abbracci, taxi ed ecco che mi ritrovo da solo a gestire tre mostri che, per quanto cresciuti, sono ancora estremamente il-contrario-di-autosufficienti.
per fortuna che san suocero mi assiste.
venerdi, tanto per non farmi mancare nulla, ho una leggera influenza, ma ne ho viste di peggio e ce la posso fare.
alle cinquemmezza accompagno comunque il caponano agli allenamenti, mentre san suocero porta una delle nanette alla partita e l'altra all'allenamento di pallavolo.
alle 20 e spizzichi le nanette si riuniscono e alle 21 io e il caponano le raggiungiamo appena in tempo per vedere l'ultimo set mangiando un cospicuo numero di panini. faccio fatica perché ho i punti su mezzo palato per via di un simpatico incontro col mio dentista e vedo le stelle a ogni morso, ma ne ho viste di peggio e ce la posso fare.
alle 23 siamo tutti a nanna, dopo opportuno scambio di coccole via uozap con la mamma lontana e de visu col padre vicino.
sabato mattina battiamo il record nazionale di "pulizie fatte alla cacchio" (1h 34m e 15s), poi compiti mentre io faccio il bucato, stendo e piego la biancheria e per pranzo decidiamo di regalarci un giro allo street food festival. sono un po' tirato ma ne ho viste di peggio e ce la posso fare.
scopriamo che lo street food festival consiste in tre-bancarelle-tre e le facce dei nani crollano come il muro di berlino sotto le ruspe nell'ottantanove. a votazione quasi unanime (io gli arrosticini comunque me li sarei mangiati volentieri) decidiamo per un cinese dietro l'angolo. inizia a piovere a dirotto e "dietro l'angolo" diventa molto molto lontano. sono umidiccio ma ne ho viste di peggio e ce la posso fare.
durante il pranzo chiacchiero coi nani, maledico il dentista, gioco al gioco dei quiz e faccio la spesa online perché "papi ho finito di leggere anche il terzo volume della serie e mi devi assolutamente comprare il quarto altrimenti stasera non so che cosa leggere" e già che ci sono ci metto dentro anche qualche genere di prima necessità.
torniamo a casa. ri-compiti. arriva la prima parte della spesa (compreso il quarto volume della serie) e io sono l'eroe del momento. alle sei c'è il calcio d'inizio del derby tra zebre e benetton. io e il nano siamo ancorati al divano. riesco persino a vedere tutto il primo tempo, poi devo iniziare a preparare la cena, che viene consumata davanti alla tv e a un film comico-semi-demenziale che però ci fà ammazzare di risate e andiamo a letto contenti.
sono un po' esausto ma ne ho viste di peggio e ce la posso fare.
arriva la domenica mattina. mi sveglio con un solo pensiero "stasera torna elena. yes!".
alle 850 consegno una nanetta a due genitori non meglio identificati (ma no papà non sono i genitori di alessia, sono quelli di ilaria!) che presumibilmente la porteranno alla partita. io e il caponano andiamo all'altra partita dell'altra nanetta dall'altra parte della lombardia.
finito di giocare saltiamo in macchina, ri-attraversiamo tutta la lombardia e raggiungiamo la prima nanetta. scopro che i genitori di alessia o di ilaria l'hanno effettivamente portata a destinazione. la partita è già finita e aspettiamo che esca. salutiamo e ci rechiamo in buon ordine nel fast food più vicino per ingozzarci come maiali.
sono un po' affamato ma ne ho viste di peggio e ce la posso fare.
il pomeriggio scorre via liscio come l'olio tra altri compiti dei nani, qualche altra faccenda mia e la terza (ed ultima) partita della giornata di caterina.
alle quattremmezza elena ricompare bella come un angelo e sorridente come la gioconda e si porta via tutta la stanchezza e lo stress accumulati in due giorni e mezzo da infarto passati a correre dietro a tre diavoli scatenati e a fare da papà+mamma+cuoco+autista+cameriere.
e ancora una volta capisco che nella vita potrò anche aver sbagliato tutto, tranne una cosa. una cosa l'ho proprio azzeccata, amore mio.
bentornata.

1 commento:

mxwawe6lb7 ha detto...

They’re all the time adding extra games to their betting library, so you’ll discover something new to discover each time you log in. The progressive jackpot can occur on one of 50 pay lines with 94.75% RTP. In The United States, an online on line casino may be registered in Delaware 솔카지노 and Nevada states.