lunedì 11 febbraio 2013

nell'ordine

nell'ordine il fine settimana appena trascorso ha riservato una vittoria, una sconfitta bruciante, una sconfitta che porco cane e un successo stellare.

la vittoria è arrivata sabato mattina, a pavia, complici una quarantina (contando anche le riserve) di giovanotti attempati che, nonostante la temperatura polare e il campo gelato come una pista di bob, si sono presi a botte tra loro. da una parte i coyotes, dall'altra i milold di pavia.
partita bellissima e molto corretta da entrambe le parti e che si è chiusa con un quattro a zero a nostro favore. certo, nella old non si gioca per il risultato, ma vincere fa sempre piacere.

la prima sconfitta, quella bruciante, è arrivata nel pomeriggio. l'italia si è fatta rifilare un trentaquattro a dieci dalla scozia che fa veramente male. proprio dopo la vittoria storica sulla francia, proprio quando ci si aspettava un bis, quando tutti assaporavano un risultato storico (mai due vittorie nel sei nazioni fino ad oggi). insomma una bella doccia fredda. peccato.

la seconda sconfitta è stata quella delle zebre che hanno perso in casa contro i glasgow warriors. io e il caponano c'ervamo. seduti, bardati fino alle orecchie nei nostri giacconi pesantoni, invasati e inviperiti.
e il successo stellare è stato proprio quello di assistere alla gioia del caponano. una gioia che si poteva sentire, dalle urla del caponano ( "guarda papà quello è mauro bergamasco!!!.... e quello... quello è perugini!!!!!"). una gioia che si poteva toccare ad ogni azione vincente delle zebre, quando mi arrivata una manata sulla spalla o una strattonata al braccio.

insomma certi fine settimana lasciano il segno più di altri. questo mi ha lasciato una bellissima domenica pomeriggio trascorsa con mio figlio, l'impronta di svariati tacchetti sulla gamba destra e la consapevolezza che di domenica pomeriggio quando ti fermi a fare benzina ti conviene anche fare pipì, perché le stazioni di servizio aperte sono poche e rischi di trovarti a saltellare davanti agli addetti della sicurezza dello stadio implorandoli di farti andare in bagno.

buone cose bella gente. ci sentiamo alla prossima.

2 commenti:

Io e Amelia ha detto...

un pomeriggio così con i figli non ha prezzo......

filippo ha detto...

concordo in pieno :-)
assolutamente inestimabile!