giovedì 14 marzo 2013

curva di apprendimento

conoscere la tecnologia non è solo utile, è anche bello ed interessante.
sapere come funzionano i compiuter e le reti di comunicazione, capirne i segreti meccanismi e conoscere i punti di debolezza. i pro e i contro.
sono cose che ho sempre trovato affascinanti.
certo, non sono un tecnico, ma mi diverte cercare di conoscere il mondo che mi sta attorno, almeno a grandi linee.
non potrei configurare un firewall, ottimizzare l'uso di una rete, fare un penetration test o un vulnerability assessment, però se mi parlano di questa roba non mi scompongo.
sia perché sono temi che ormai si trovano quasi ogni giorno sui giornali, sia perché lavorando da anni nell'aisiti (o se preferite "ICT" che poi sta per informescion end commiunichescion tecnologi) mi tocca evitare di fare la figura del gonzo.
prendete scaipi, ad esempio.
utile, carino, semplice da usare.
io lo adopero tantissimo per lavoro, avendo relazioni abbastanza fitte con un sacco di paesi verso cui le telefonate costano come una piccola utilitaria.
ma lo uso anche per stare in contatto con alcuni amici che vivono distanti e con alcune schegge impazzite della mia famiglia che ogni tre anni emigrano verso paesi sempre più improbabili e che per scovarli non basta nemmeno gugolmaps.
e così può capitare, ad esempio, che un pomeriggio qualsiasi di un giorno qualsiasi io mi ritrovi bollito davanti al pc, dopo parecchi giorni di corse sfrenate in giro per la pianura padana.
e può succedere che io decida di prendermi due-minuti-due di stacco, e allora magari, ma solo magari, posso pensare di andare a vedere chi sia collegato.
e magari capita di notare una tua vecchia amica.
online.
disponibile.
e tu scrivi (testualmente)
"sonno :)
sonno ergo sono :)
sonno ergo suono :)"
e mentre stai per aggiungere una roba tipo "suono ergo sonno" lei scrive alla velocità della luce:
"sto facendo una presentazione in fiat, ci sentiamo dopo"
e allora tu te la immagini davanti ad una platea di manager in doppiopetto.
dritta come un fuso a spiegare l'abc del castomer cher (o customer care, se siete in fissa con lo spelling).
e poi quella conoscenza del mondo IT che negli anni ti sei fatto ti porta a pensare che scaipi ha i pop-up. e quindi ogni nuovo messaggio appare dritto dritto sullo schermo.
in primo piano.
e allora pensi ai manager in doppiopetto, spettatori involontari del tuo cazzeggio.
e ti chiedi....
"mariella... ma lo vogliamo capire che scaipi ha anche la modalità offline per evitare queste figure di emme, o no?"
perché conoscere la tecnologia non è solo utile, bello e interessante.
a volte è anche essenziale.

1 commento:

Mariella ha detto...

Le meraviglie del mac!! Non si vede il popup sul proiettore :)
Faccia salvata!!!
:)