venerdì 9 ottobre 2009

dubbi

harley davidson capo.... tecnologia.... questa e' tecnologia.... americana.... io conosce.....
sono un paio d'anni che tutte le mattine quando esco per andare al lavoro il tizio che chiede l'elemosina al semaforo mi apostrofa cosi'.
avra' 60 anni e non so da dove venga. zoppica leggermente e per aiutare la questua gira con una stampella che in realta' non gli serve.
dorme in un rifugio improvvisato dentro un capannone abbandonato da anni. ha una compagna e qualche volta li ho visti mangiare seduti sul prato vicino al semaforo e godersi la loro pausa pranzo.
e ride.
ride sempre.
ride quando io esco incazzato come un termosifone perche' non ho dormito per lo stress.
ride quando io sono cosi' stanco che mi aggrappo al manubrio come fosse un salvagente.
ride quando io sono talmente nervoso da saltare sulla sella se lui mi si avvicina di soppiatto, o mentre io rimugino sulla riunione che mi aspetta, sulle rate del mutuo, sugli obiettivi trimestrali da raggiungere. ride continuamente. e ogni sorriso gli frutta almeno un euro.
non ha niente e ride.
non ha niente e non mi ha mai fatto capire di invidiare me che ho tutto. tutto tranne il tempo di mangiare seduto sull'erba con la mia famiglia.
tutto tranne la voglia di sorridere sempre. ché a casa me lo hanno anche chiesto: perche' non ridi mai?

un dubbio: che mi abbiano fregato?

1 commento:

Aurelio ha detto...

Il segreto della vera felicità è nel sapersi accontentare delle poche cose che abbiamo.